Minestrone del Contadino

SONY DSC

Diciamolo: quando piove, l’unica cosa che vorremmo è starcene a casa, al calduccio, con una tazza di tè tra le mani ed una coperta sulle ginocchia, spaparanzate a leggere la pila di romanzi accatastata in equilibrio precario sul comodino.

Sì, sono pigra. Pigra in una maniera assurda, indegna ed indecorosa. E il minestrone è uno di quei piatti che mette a dura prova la mia pazienza, per il tempo che occorre impiegare nella preparazione. E quindi mi dico «Bello, bello tutto, ma perché fare tutto ‘sto bordello quando posso comprare quello surgelato al supermercato?».

Eh. Bella domanda.
Non è sbagliata e non mi metterò qui a tediarti coi soliti discorsi salutisti, ché le verdure fanno bene ma fresche sono meglio, eccetera eccetera eccetera. La verità è che il minestrone è IL piatto del riciclo per eccellenza, un’ottima svolta quando nel frigorifero ti avanzano quelle verdure spaiate – qualche pezzo di cavolfiore, due carciofi e un pezzo, un broccolo… insomma, quelle che mangi solo tu per intenderci – e non sai cosa inventarti. Buttarle nella pattumiera è un peccato mortale, giusto?
Quindi, diamoci sotto col coltello e facciamo un bel minestrone.

Continua a leggere

Annunci